Razza

Barboni Poodles

Tante razze mi hanno accompagnato nella vita …

Razza

Tante razze mi hanno accompagnata lungo la vita, ma la scintilla e’ scattata nel momento che ho stretto per la prima volta tra le braccia un barboncino bianco, il mio Oliver… 2 mesi di dolcezza…  e tutto e’ cambiato!
Un batuffolo splendido che mi ha regalato 15 anni di tanta gioia e amore vero!
E’ stato poi un susseguirsi di barboni, dove bellezza, intelligenza e fascino sono tutte riunite in questa razza unica in tutto!
Ogni giorno mi regala una carica di energia straordinaria, che mi porta a credere che una vita vissuta accanto a loro sia il piu’ grande ed il piu’ prezioso dei doni!

Il nome "Poodles"

Il Barbone è una razza canina antica di origine francese.
In passato, grazie al suo fiuto e alla sua disposizione a stare in acqua,
il barbone era impiegato nella caccia alle anatre come cane da riporto in acqua: il suo nome francese “caniche” deriverebbe infatti da “canard”
(che significa appunto “anatra”) oppure da chien canne (cane da canna); in tedesco (“Pudel”) e in inglese “POODLE” il nome deriva dall’arcaico tedesco “pudeln” che significa letteralmente “tuffarsi”

Taglie

BARBONE TOY Sotto i 28 cm
(altezza ideale desiderabile 25 cm) .
E fino a 24 cm (tolleranza di meno di 1 cm).
Il Toy conserva nell’insieme l’aspetto di un barbone nano e le stesse proporzioni generali, secondo tutti i requisiti dello standard. Qualsiasi presenza di nanismo e’ da escludere; solo la cresta occipitale puo’ essere meno pronunciata.

BARBONE NANO Dai 28 ai 35 cm.
Il barbone di questa taglia deve mostrare nel suo insieme l’aspetto di un barbone mediamente ridotto, conservando il piu’ possibile le stesse proporzioni e senza mostrare alcun segno di nanismo.

BARBONE MEDIA MOLE
Piu’ di 35 fino ai 45 cm.

BARBONI GRANDE MOLE
Da piu’ di 45 ai 60 cm,
con tolleranza di 2 cm in piu’.
Il barbone grande deve essere la riproduzione ingrandita e sviluppata del barbone media mole, di cui conserva le caratteristiche.


La storia del Barbone

Il progenitore del Barbone è un cane d’acqua francese,
il Barbet; l’iconografia ci mostra esemplari di barbone a partire dal tardo Medioevo, diversi autori del Sei e Settecento citano il Barbone come cane da lavoro.

Nel XIX secolo,l’aspetto di questa razza e la facilità d’addestramento, ne fece un valido complemento dei circhi Francesi,e ne esisteva solo un tipo, il Barbone medio, in tre colori: nero, bianco e marrone.

Dall’inizio del secolo gli allevatori inglesi moltiplicarono colori e taglie. Non soltanto saltinbanchi, i Barboncini, o appendice eccentrica alle toilettes della padrona, ma anche, all’occorrenza, coraggiosi cani soldato.

E soldati nella Grande Armèe napoleonica, persino. Uno di essi accompagnerà lungo tutta l’Europa i tenaci sogni dell’Imperatore e i suoi appiedati eserciti.

Sarà il leggendario Moustache, un Barbone che parteciperà a tutte le campagne di Napoleone, non escluso quella di Austerlitz dove si comporterà, pure lui,da eroe tanto da meritarsi la decorazione sul campo. Morirà coerentemente in battaglia,in Spagna,nel 1811.

Diego e i suoi cuccioli

DESCRIZIONE

Testa: Distinta, rettilinea, proporzionata al corpo.
Cranio leggermente convesso. Occipite pronunciato.
Stop poco marcato. Labbra piuttosoto asciutte.
Colore del tartufo in armonia con quello del mantello.

Orecchie: Abbastanza lunghe, cadenti lungo le guance arrivano fino alla commessura delle labbra.
Ricoperte di pelo ondulato e molto lungo.
Occhi : A mandorla, leggermente obliqui.
Neri, da marrone molto scuro ad ambra scuro
a seconda del colore del mantello.

Corpo: La sua lunghezza supera l’altezza al garrese.
Collo solido, leggermente arcuato. Senza giogaia.
Torace ben disceso. Rene saldo e muscoloso. Ventre retratto.

Coda: Attaccata alta, scorciata di un terzo o della metà nei soggetti a pelo riccioluto. Può restare della normale lunghezza nei soggetti a pelo cordato. Rialzata obliquamente in azione.

Pelo: Riccioluto: abbondante, di tessitura fine, lanoso, ben arricciato. Spesso, ben folto, di lunghezza uniforme, forma riccioli uguali. Abbondante, di tessitura fine, lanoso, folto, forma delle cordicelle molto caratteristiche e di pari lunghezza.